Il Palazzo d’Estate è una residenza imperiale fuori Pechino che si estende su una tenuta di colline, boschi ed un immenso lago, dove sorgono meravigliosi palazzi, templi e ponti. Gli imperatori vi cercavano tranquillità fuori dalla città durante il periodo estivo. Patrimonio dell’UNESCO, il Palazzo d’Estate fu costruito nel 1750. Andò più volte distrutto e quindi ricostruito.
Faccio il mio ingresso dall’Entrata Nord. Oltrepasso il  grande ponte in marmo Gong Dong Men che attraversa un canale e che termina davanti all’imponente Porta Gong Dong Men.

Palazzo d'Estate
Ho acquistato una singolare mappa del Palazzo d’Estate in cartoncino, che sembra la mappa del tesoro.

Palazzo d'Estate

Inizio a prendere coscienza che ci vorrà del tempo e grande energia per poter visitare tutti siti d’interesse sparsi per la tenuta. Ecco di seguito tutto il percorso che ho effettuato. In rosso quello a piedi e in blu quello in barca. 

Palazzo d’Estate
Le zone da visitare si trovano soprattutto attorno al vasto lago Kunming al centro della tenuta. Invece di raggiungerle a piedi passando per la Collina della Longevità che ho di fronte, decido di raggiungerle con una traversata in barca circumnavigandola.
Superato il ponte Gong Dong Men, scendo a destra per delle ripide e strette scale in marmo nella Suzhou Street. Il posto è incantevole. Un canale d’acqua calma lungo il quale sorgono delle case caratteristiche. Dei folti boschi sulle colline sovrastano il canale.

Palazzo d'Estate
Palazzo d’Estate

Arrivo al piccolo molo per poter salire (a pagamento) su una caratteristica imbarcazione per raggiungere il vasto lago Kunming.

Palazzo d’Estate
Palazzo d'Estate

La traversata è davvero spettacolare e mi ha dato la possibilità di rendermi conto della vastità della residenza del Palazzo d’Estate, decisamente impossibile da visitare tutta in un solo giorno.

Palazzo d’Estate
Sbarco sulla riva Est del lago. Da qui percorro il Ponte dei diciassette Archi, Shiki Kong Qiao fino alla piccola Isola Sud. Su ognuna delle 544 balaustre poggia un leone in marmo.

Palazzo d’Estate
Riprendo il mio cammino lungo un ampio viale che costeggia la riva orientale del lago Kunming da cui si riesce ad ammirare per intero il Ponte dei diciassette Archi.

Palazzo d’Estate
Decido di proseguirei in direzione Nord rinunciando alla visita della parte occidentale della residenza del Palazzo d’Estate troppo lontana e sconfinata. Oltrepasso l’imponente Torre Wenchang.

Palazzo d’Estate 
Ammiro il Padiglione della Percezione della Primavera che sorge su una minuscola isola, incantevole con il suo piccolo ponte rosso. Chiamato in questo modo in quanto, terminato l’inverno e con il lago ancora ghiacciato, è il primo che dà l’impressione dell’arrivo della Primavera.

Palazzo d’Estate
Accedo nel piccolo cortile del Cancello del Palazzo Est. Due grandi leoni sono di guarda all’entrata.

Palazzo d’Estate
Ammiro i più belli e preziosi tesori artistici appartenuti al Palazzo d’Estate esibiti nella Galleria Wenchang.

Palazzo d’Estate
Palazzo d’Estate

Vari sontuosi edifici si susseguono tra cortili e porte. Ma finalmente accedo al cortile più ampio dove sorge imponente il Padiglione della Benevolenza e della Longevità fatto ricostruire dall’imperatrice Cixi. Si narra che l’imperatrice prendeva parte alla vita politica ascoltando i ministri da dietro una tenda.
Davanti il Padiglione quattro grandi statue di bronzo di una fenice e di un drago sorvegliano il cortile.

Palazzo d’Estate
Palazzo d’Estate
Non distante da questo posto sorge il Giardino della Virtù e dell’Armonia, di cui rimando la visita a più tardi.
In effetti riconosco che i Padiglioni del Palazzo d’Estate da visitare sono molti e non sempre si riesce a capir bene quale sia il percorso migliore. Gli spazi sono ampi e c’è un mondo da visitare. Qualcosa sfugge e qualcosa si rimanda a dopo.
Costeggio di nuovo la riva del lago e proseguo il cammino in direzione della Torre della Fragranza di Buddha che domina tutta la tenuta dall’alto della Collina della Longevità.

Palazzo d’Estate
Percorro il Lungo Corridoio coperto, stretto tra il lago e la collina boschiva, passando accanto ad un canale quasi prosciugato immerso nella natura.

Palazzo d’Estate
Malgrado molti turisti, che ad Ottobre però non sono troppi, riesco ad apprezzare l’atmosfera rilassata attorno a me.
Arrivo di fronte all’entrata della Torre della Fragranza di Buddha

Palazzo d’Estate

La salita a piedi non è faticosa ma bisogna percorrere qualche rampa di scale. Mi fermo ogni tanto ad ammirare I decorati edifici che si aprono di fronte a me lungo il percorso.

Palazzo d’Estate
Palazzo d’Estate

Palazzo d’Estate
Arrivo finalmente sotto la Torre che domina tutto il lago del Palazzo d’Estate.

Torre della Fragranza di BuddhaUn panorama incredibile del Palazzo d’Estate che mi dà la percezione di quanto sia vasto il lago e la tenuta che lo circonda. Ecco la veduta verso la sponda Est del lago. Non ho potuto scattare foto verso la sponda Ovest a causa del sole.

Palazzo d’Estate
Scendo dalla collina verso Est in direzione del Giardino della Virtù e dell’Armonia, di cui avevo rimandato la visita. Mi gusto una piacevolissima passeggiata lungo piccoli viali di pietra in un esteso bosco curato. Dato l’orario, i turisti cominciano a diminuire e in questo tragitto siamo rimasti solo noi. Cominciano a comparire esperti fotografi pronti a cogliere queste meraviglie con la luce morbida del tramonto.

Palazzo d’Estate
Entro nel Giardino della Virtù e dell’Armonia e ne rimango stregata da tanta bellezza. Piccoli padiglioni attorno ad un laghetto dove nuotano cigni bianchi e neri.

Palazzo d’Estate
Palazzo d’Estate

La luce prima del tramonto esalta ancora di più la bellezza del luogo. Giro attorno al laghetto passando per stretti corridoi aperti e piccoli padiglioni. Penso che la passeggiata nel bosco e questo giardino siano stati gli angoli che ho apprezzato di più del Palazzo d’Estate.

Palazzo d’Estate
Palazzo d’Estate
Non posso lasciare il Palazzo d’Estate senza aver ammirato la famosa nave in marmo. Consulto la mappa del tesoro e leggo i cartelli informativi che si trovano lungo i percorsi. Mi rendo conto che dista ben 1,2 Km. In pratica è opposta a dove mi trovo! Escogito un modo per ridurre il tragitto a piedi. Mi dirigo di nuovo verso l’entrata Nord lontana solo 850 mt per imbarcarmi ancora una volta sulla barchetta che avevo utilizzato all’inizio della mia visita. Ora le luci del tramonto rendono ancora più suggestivo il lago. 

Palazzo d’Estate

Scendo presso il molo della Casa delle Barche che si trova in prossimità della barca di marmo.

Palazzo d’Estate

Pochi passi a piedi e arrivo finalmente alla meravigliosa barca di pietra tanto fotografata e forse simbolo del Palazzo d’Estate. Devo dire che è abbastanza singolare e mi chiedo se galleggia veramente…

Palazzo d’Estate
È ora di terminare la visita al Palazzo d’Estate. Costeggio a piedi il canale appena percorso in barca. Attraverso dei sentieri nel bosco passando per degli argini artificiali fatti di massi. Riesco a cogliere gli ultimi scorci del bellissimo parco e dei magnifici ponti in marmo prima di lasciare l’immensa residenza del Palazzo d’Estate.

Palazzo d’Estate
Palazzo d’Estate

Consigli per la visita al Palazzo d’Estate

La residenza del Palazzo d’Estate si trova a circa 20 Km dal centro di Pechino. Si raggiunge comodamente con la Metropolitana. Ti consiglio di accedere dall’Entrata Nord, scendendo alla fermata Metro “Beigongmen” (line 4).
I biglietti si acquistano all’ingresso.

Palazzo d’Estate

Sono disponibili due tipi di biglietti. Quello per il solo ingresso al Palazzo d’Estate, a cui aggiungere biglietti singoli per l’accesso ad ogni Padiglione che desideri visitare. Oppure quello da me acquistato che comprende tutte le visite ai Padiglioni all’interno del Palazzo d’Estate. Ogni volta che accederete ad un area a pagamento, il biglietto verrà vidimato. Sembrerebbe che i biglietti per le singole entrate costino di più che sul biglietto cumulativo.

Palazzo d’Estate
Calcola una giornata intera per visitare con calma il parco, anche se ho i miei dubbi che si possa visitare tutto in un solo giorno. A me piace camminare, ma un posto così vasto e ricco di edifici è davvero una sfida anche per i grandi marciatori.
Consulta il sito ufficiale per conoscere gli orari d’apertura e i prezzi dei biglietti aggiornati.

Palazzo d’Estate

 
Se il mio racconto di viaggio ti è piaciuto e hai trovato i miei consigli di utili, aiutatami a far crescere il Blog della Valigia in Tasca seguendomi su Facebook e Twitter.
Farò del mio meglio per scrivere articoli sempre interessanti, con foto e video, che potranno divertirti e fornirti informazioni utili per i tuoi prossimi viaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.